Gestire lo stress agonistico nello sport…

Gestire lo stress agonistico nello sport…

Gestire lo stress agonistico nello sport?

Gestire lo stress agonistico nello sport. Il mental coach sportivo di Carrara Giancarlo Fornei ti insegna un esercizio di visualizzazione per gestire lo stress.

Molte atlete, nella fase che precede una loro competizione, vivono momenti di stress e di angoscia.

Una vera e propria tensione si impadronisce di molte di loro. Sono anche certo che lo stesso problema lo vivono gli atleti uomini come me.

Come fare per combatterla?

Vi sono molti esercizi di rilassamento che aiutano a gestire lo stress e tenere sotto controllo l’ansia. Al link accanto, per esempio, trovi un Podcast in cui ti insegno un esercizio di rilassamento tratto dalla Sofrologia.

Ma in questo post voglio insegnarti anche un altro metodo per gestire lo stress agonistico nello sport:  un esercizio di visualizzazione, semplice, ma molto efficace.

Esistono tanti metodi per gestire lo stress. Uno, come ho già scritto sopra, sono gli esercizi di rilassamento e di respirazione.

Forse non sai che anche con la visualizzazione è possibile imparare a gestire lo stress agonistico. Ma ti avviso, questo metodo è molto innovativo ed è un po’ più difficile dell’esercizio che ti ho linkato sopra. In compenso ha un duplice obiettivo:

  1. aiutarti a gestire lo stress creando uno stato d’animo vincente.
  2. insegnarti le basi della visualizzazione (una delle migliori tecniche per allenare la mente).

Che ne dici, proviamo a fare l’esercizio?

 

Gestire lo stress con un esercizio di visualizzazione.

Preparati a fare questo esercizio di visualizzazione con me, segui questi dieci passaggi:

  1. Cerca un posto tranquillo per i prossimi dieci minuti. Chiudi gli occhi e rilassati per qualche minuto.
  2. Inspira con il naso ed espira lentamente con la bocca. Usa la respirazione con il diaframma: devi gonfiare la pancia non il torace (un sistema per capire se stai facendo bene la respirazione è quella di mettere una mano sulla pancia: se quando respiri la senti alzare, vuol dire che stai facendo bene la respirazione). Mentre fai la respirazione, ripeti dentro di te il mantra “relax, reeelaaax”.
  3. Rilassa ogni muscolo del tuo corpo.
  4. Fai la fase di respirazione e di rilassamento per almeno un paio di minuti. Devi essere profondamente rilassata.
  5. Adesso, in base al tipo di sport che pratichi, immaginati vincente, sul podio e magari con al collo una medaglia.
  6. Per esempio, supponiamo che tu sia una tennista. Immaginati a fine match, hai appena battuto la pallina che ti darà il punto finale per vincere la gara. Le persone sono tutte in piedi, ti stanno applaudendo e tu senti il loro incitamento e gli applausi fragorosi. Vedi l’avversaria venire a rete, verso di te, stringerti la mano e complimentarsi per la vittoria.  Vedi la tua famiglia sugli spalti sorriderti e applaudirti. Vedi l’allenatore venirti incontro, abbracciarti e complimentarsi con te.
  7. Vivi questa immagine con tutti i tuoi cinque sensi. Percepisci le emozioni collegate all’immagine; vivila intensamente per una decina di secondi.
  8. Adesso apri gli occhi, prenditi due/tre minuti di pausa, bevi dell’acqua, cammina un pochino e poi torna a sederti, a concentrarti nuovamente su ciò che hai immaginato sino ad ora.
  9. Rivivi tutto il processo come da punto 6 e quando arrivi in fondo, ripeti a te stessa: “Io posso, questa è la mia partita più bella, la vittoria più netta“. Puoi farlo internamente oppure, se ti far star meglio, a voce alta.
  10. Ripeti il procedimento almeno due/tre volte ogni giorno che ti separa dalla gara. Sempre la sera prima di andare a dormire e la mattina, prima di alzarti. Se riesci anche durante il giorno, è meglio.

Adatta questo processo al tipo di sport che pratichi e impara ad utilizzare questo “rinforzo positivo” nelle giornate che precedono la tua gara/partita/competizione. Meglio se riesci a fare l’esercizio di visualizzazione almeno una settimana prima, in modo da abituare la tua mente inconscia.

 

Non funziona alla prima?

Evita di preoccuparti se alla prima gara che utilizzi il metodo non funziona.

  • Come in tutte le metodiche di allenamento mentale, contano le ripetizioni.
  • Più ripeti e sei costante nel farlo, più questo rinforzo positivo funzionerà dentro di te e ti aiuterà a creare, nella realtà, quello che hai immaginato.

La ripetizione costante e continuata dell’esercizio, non soltanto ti aiuterà a gestire molto meglio lo stress agonistico nello sport che pratichi, ma getterà le basi per farti apprendere una tecnica di allenamento mentale straordinaria chiamata “visualizzazione”.

Dunque,  prova l’esercizio con fiducia e fammi sapere…

Giancarlo Fornei

 

Sei un’atleta e vuoi migliorare le tue performance sportive? Ascolta il Podcast Vincere con la Mente.

 

 

Risorse utili:

 

 

 

 

 

Chi è Giancarlo Fornei

Un bellissimo primo piano del volto illuminato dal sorriso del coach motivazionale Giancarlo Fornei - UAAMI Catania - 3 e 4 dicembre 2017

Toscano, nato a Carrara 60 anni fa. Ex marketer dei servizi, dal 1999 si occupa esclusivamente di crescita personale. In particolar modo, da oltre tredici anni, “lavora” con le donne.

Le aiuta a VINCERE. Nello sport, come nella vita.

Conosciuto in rete come “Il Coach delle Donne” proprio per la sua grande esperienza di lavoro con l’Universo Femminile. In particolar modo, aiuta le atlete agoniste e le giovani promesse dello sport italiano.

A questo link, puoi conoscerlo meglio.

 

 

Compila il modulo e iscriviti ora nella mia mailing list “Allena Mente Sport Facile”. Ogni settimana riceverai, in anteprima, i miei nuovi articoli ed anche le promozioni a te riservate.

Il tuo indirizzo email non sarà mai ceduto a nessuno e sarà trattato nel pieno rispetto della Normativa Europea e della Legge sulla Privacy Italiana. Potrai cancellarti quando vuoi, con un semplice click,

 

 

(Visited 92 times, 1 visits today)

supercoach67

Lasciami il tuo commento o la tua domanda...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: